a dritta e a manca

loc. avv. per ogni verso.
1885 [DELIN 1891 (Petrocchi)]
- Luigi CAPUANA, Giacinta, 1885, parte II: "Egli applaudiva una guardia di questura che dava, a dritta e a manca, scappellotti ai ragazzi".
Cfr. Gianluca Biasci, Retrodatare con il RALIP. Mille retrodatazioni da opere narrative tra Otto e Novecento, Roma, Aracne, 2012.
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 17/09/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI