accantucciarsi

v. rincantucciassi, rifugiarsi, nascondersi in un luogo appartato, in un cantuccio.
1870 [GRADITe 1974]
- Giuseppe GARIBALDI, Clelia, ovvero il governo dei preti, 1870, cap. XXVII: "Clelia accantucciata colla madre in un angolo col capo appoggiato in grembo di lei, avea pur essa ceduto alla stanchezza ed alla giovent├╣, beandosi in un profondo sonno"
Cfr. G. Biasci, Nuove retrodatazioni da testi letterari otto-novecenteschi, Roma, Aracne, 2012.
---
Scheda di redazione - UniUPO - 16/10/2020