acutizzare

v. rendere più intenso e doloroso.
1891 [GRADITe 1901]
- Matilde SERAO, Il paese di Cuccagna, 1891, cap. V: "Dall'autunno al gennaio l'umido e greve scirocco aveva soffiato nelle vie napoletane, vincendo le energie della gente sana, e acutizzando le morbosità degli infermi".
Cfr. G. Biasci, Nuove retrodatazioni da testi letterari otto-novecenteschi, Roma, Aracne, 2012.
---
Scheda di redazione - UniUPO - 16/10/2020