al limite

loc. avv. come ultima ipotesi, al massimo.
1951 [Cortelazzo-Cardinale 1968]
- Gianfranco CONTINI, Preliminari sulla lingua del Petrarca, 1951, in Id., Varianti e altra linguistica. Una raccolta di saggi, Torino, Einaudi, 1970, p. 170: "[...] il lungo noviziato, secondo quei lumi, dell'apprendimento dantesco, permettono finalmente di valutare, al limite, le esperienze verbali SENZA violenza".
Cfr. P. D'Achille, Parole nuove e datate. Studi su neologismi, forestierismi, dialettismi, Firenze, Cesati Editore, 2012. Il volume analizza e retrodata termini dell'italiano contemporaneo, attraverso il recupero di periodici d'annata, volumi e articoli della lessicografia recente.
---
Scheda di redazione - 11/12/2019