andare troppo oltre

loc. verb. oltrepassare i limiti del giusto e del conveniente.
1868-69 [DELIN 1869 (TB)]
- Giuseppe ROVANI, Cento anni, 1868-69, libro XVII: "All'intento di mascherare le proprie aspirazioni, piĆ¹ che temerarie, strane ed incredibili, egli aveva giuocato di dissimulazione e d'astuzia. Ma gli pareva d'essere andato troppo oltre".
Cfr. Gianluca Biasci, Retrodatare con il RALIP. Mille retrodatazioni da opere narrative tra Otto e Novecento, Roma, Aracne, 2012.
---
Scheda di redazione - 24/10/2018