antiromanzo

s. m. (lett.) opera narrativa d'avanguardia che rifiuta le coordinate tipiche del romanzo naturalista.
1959 [GRADIT 1960]
- Giancarlo VIGORELLI, Carte francesi, Torino, ERI, 1959, p. 42: "E, forse, [...] รจ bene ricordare quel che Sartre scrisse in prefazione all'antiromanzo della Sarraute".
- G. Marmori, I paladini dell'antiromanzo, in "Illustrazione Italiana", febbraio 1960, pp. 59-60 (cfr. D'Achille 2012: 36).
---
Giacomo Micheletti - UniUPO - 11/12/2019