apografo

agg., s. m. (filol.) copia di un manoscritto originale, o comunque di un esemplare.
1545 [DELIN e GRADITe 1753 (A. P. Giulianelli)]
I nomi dei traduttori appaiono nella prefazione.
---
Mariella Canzani - Accademia della Crusca - 08/04/2022