aristocrazia

s. f. secondo il pensiero aristotelico, specie di governo retto, in cui governano i 'migliori'.
fine sec. XIII [GRADIT av. 1565]
- Regimento del reame, codice Paris, BNF, Ital. 233, fine sec. XIII, c. 3r: "Contrasta certo a la policia, cioè al bon regimento de la moltitudine, la democratia, cioè el mal regimento del popolo, et l'uno e l'altro, sì come dei detti appare, è reggimento che per più si adopera; et a l'aristogratia, oligartia, et l'una e l'altra si adopera per pochi".
M. Volpi, Lessico politico e retrodatazioni in due volgarizzamenti aretini di fine Duecento, in "Lingua Nostra", vol. LXXVIII, f. 3-4, 2017, pp. 69-75: il termine, diffuso in italiano molto tardi e registrato dal TLIO solo in un volgarizzamento, è ben attestato dal codice Par. 233. In questo articolo Volpi analizza e retrodata sei voci d'ambito politico (e alcune della sfera militare) provenienti da due manoscritti aretini di fine Duecento.
---
Scheda di redazione - 25/09/2018