avere riguardo

loc. verb. avere soggezione, timore.
1867 [DELIN 1872 (TB)]
- Ippolito NIEVO, Le confessioni di un italiano, 1867, cap. VI: "non distoglieva mai gli occhi da lui [...], arrossiva quand'egli se le avvicinava e [...] non aveva riguardo di avvicinarsi a lui essa medesima per toccar il suo braccio, sfiorar la sua veste, e contemplarlo meglio negli occhi".
Cfr. Gianluca Biasci, Retrodatare con il RALIP. Mille retrodatazioni da opere narrative tra Otto e Novecento, Roma, Aracne, 2012.
---
Scheda di redazione - 24/10/2018