biennale

s. f. manifestazione che si fa ogni due anni.
1897 [DELIN 1928]
- Fiducia (pseud.), Idealità, in "Cordelia. Giornale per le giovinette", 19 settembre 1897, p. 565: "L'idealit√† si estrinseca in ogni opera: [...] nel filo d'erba del prato e nella famosa Cascata di Nischimura Soemon che suscita infinita ammirazione alla seconda biennale di Venezia".
- "Emporium", marzo 1922, articolo [firmato a.a.] Cronache milanesi. Rinnovamento del palazzo della Permanente, p. 182: "Una festa dell'arte, rievocatrice di lontani e diversi temi, si è compiuta con l'inaugurazione della Biennale".
- "Il sagittario. Rassegna mensile di combattimento", a. II, febbraio 1924, p. 125: "Bruno da Osimo [...] Ha esposto ad Ancona nel 1921, alla Ia Biennale Romana, alle due ultime Amatori e Cultori di Roma".
Cfr. Sanzio Balducci, Retrodatazioni lessicali italiane, Alessandria, Edizioni dell'Orso, 2002.
---
Scheda di redazione - 03/03/2021