fuori d'ogni dubbio

loc. avv. in modo assolutamente certo.
1868-69 [DELIN 1891 (Petrocchi)]
- Giuseppe ROVANI, Cento anni, 1868-69, libro I: "pensò che sarebbe stato forse più facile [...] poter mandar libero e assolto da una imputazione gravissima un uomo, che in faccia al mondo era fuori d'ogni dubbio innocente, ma non lo poteva essere in faccia alla legge".
Cfr. Gianluca Biasci, Retrodatare con il RALIP. Mille retrodatazioni da opere narrative tra Otto e Novecento, Roma, Aracne, 2012.
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 27/09/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI