gandura

s. f. (vc. ar.) tunica senza maniche di tela o di lana a righe colorate, usata nell'Africa settentrionale e nel Medio Oriente.
1910 [GRADIT 1912 (Marinetti)]
- Gabriele D'ANNUNZIO, Forse che sì, forse che no, 1910, libro II: "Soltanto lungo il muro maestro, dove s'apriva la porta, un tendaletto rigato come la gandura d'una Mzabita faceva ombra su tappeto ricoperto di cuscini".
Cfr. Gianluca Biasci, Retrodatare con il RALIP. Mille retrodatazioni da opere narrative tra Otto e Novecento, Roma, Aracne, 2012.
---
Scheda di redazione - 05/11/2018