imeneo

s. m. matrimonio.
1343-44 [DELIN e GRADIT av. 1503]
- Giovanni BOCCACCIO, Elegia di Madonna Fiammetta, 1343-44: "Tu ora celebri i santi imenei [...]. Or con che cuore hai tu presa la nuova sposa?".
Cfr. Luigi Matt, Sulle prime attestazioni dei vocaboli nei dizionari, in "Studi linguistici italiani", vol. XXVIII, f. 2, 2002, pp. 272-297.
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 01/09/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI