incumbent

1 s. m. e f. inv. (vc. ingl., polit.) chi, tra due candidati a una carica pubblica, è il titolare uscente della stessa carica.
1968 [Zingarelli17 2000]
- Alessandro De Nicola, "La Repubblica", 7 dicembre 1998, p. 8, sez. Affari e finanza (cfr. archivio storico online https://ricerca.repubblica.it/ricerca/): "Gli eventuali concorrenti saranno svantaggiati dalla prossimità politica dell’incumbent rispetto all’ente locale. Chi potrebbe impedire alla Giunta comunale di deliberare requisiti tecnici e di capitalizzazione minima per poter operare, ma in realtà mirati a scoraggiare nuovi entranti?". Cfr. AVSI, vol. I, 2018, pp. 244-245.
Vedi il collegamento esterno
---
Giacomo Micheletti - UniUPO - 15/07/2019
2 s. m. e f. inv. (anche nella loc. sost. incumbent competitor) (vc. ingl., econ.) gestore di un servizio telefonico, elettrico e sim., ex monopolista, che continua ad avere una posizione dominante nel mercato liberalizzato.
1999 [Zingarelli17 2000]
- Marco Esposito, "La Repubblica", 29 gennaio 1999, sez. Televisioni (cfr. archivio storico online https://ricerca.repubblica.it/ricerca/): "Telepiù avrebbe ripetutamente abusato del ruolo di incumbent competitor: rastrellando i contenuti, stringendo accordi con clausole di esclusiva con le 6 major cinematografiche e con gli operatori italiani".
Cfr. I. Bruno, Neologismi datati dal 2000 in poi in Z–2016 (A–L), in "AVSI", vol. I, 2018, pp. 244-245.
---
AVSI - Archivio per il Vocabolario Storico Italiano - 14/05/2019