miracolato

agg. e s. m. che, chi รจ stato oggetto di un miracolo.
1873 [DELIN 1927 (Panzini)]
- Luigi PIRANDELLO, L'esclusa, 1908, parte.I: "S'intese il primo grido degli scalzi miracolati: - IL SANTO DELLE GRAZIE, DIVOTI! Erano ragazzi, giovanotti, uomini maturi, che per miracolo dei santi Cosimo e Damiano [...] si ritenevano scampati da qualche pericolo". Cfr. Biasci 2012. [agg.]
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 01/05/2020
supervisore Francesca Cialdini - UniFI