monocromatico

agg. monocromo.
1779 [GRADIT 1869]
- Johann J. Winckelmann, Storia delle arti del disegno presso gli antichi [...] Tradotta dal tedesco con note originali degli editori, tomo secondo, Milano, nell'Imperial Monistero di S. Ambrogio Maggiore, 1779, p. 46: "Queste pitture monocromatiche, cioè d'un sol colore, fatte sono col cinnabro, che è stato poi annerito dal fuoco".
- Francesco Gandini, Viaggi in Italia. Appendice, Cremona, presso Luigi De Micheli, 1836, p. 45: "le quattro severe ed ingegnose sovraposte monocromatiche, ove Bossi rapresentò il gran Leonardo da Vinci".
Cfr. Mario Piotti, Retrodatazioni di viaggio, in "Italiano LinguaDue", vol. V, n. 1, 2013, pp. 207- 242.
Vedi il collegamento esterno
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 05/06/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI