montivo

s. m. vento settentrionale che spira dalle Alpi verso la regione dei laghi lombardi.
1766 [GDLI av. 1896]
- Biblioteca antica e moderna di storia letteraria, tomo I, Pesaro, nella Stamperia Amatina, 1766, p. 129: "Lettera, toccante il sito dell'antica Barra, e d'un vento colĂ  detto Montivo".
- Carlo Amoretti, Viaggio da Milano ai tre laghi Maggiore, di Lugano e di Como, 1794, cit. da Luca Clerici (a cura di), Scrittori italiani di viaggio. Volume primo 1700-1861, Milano, Mondadori, 2008, p. 262: "il vario andamento delle creste de' monti fa cadere, secondo le diverse inclinazioni, sul lago que' venti che diconsi montivi".
Cfr. Mario Piotti, Retrodatazioni di viaggio, in "Italiano LinguaDue", vol. V, n. 1, 2013, pp. 207- 242.
Vedi il collegamento esterno
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 07/06/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI