neurodiversità

s. f. (medic.) termine generico per indicare disturbi dello sviluppo neuropsichico quali autismo, dislessia, disordini del comportamento o disturbo da deficit di attenzione con iperattività.
2009 [Zingarelli17 2010]
- Paola Emilia Cicerone, Il silenzio degli invisibili, www.espresso.repubblica.it, 20 marzo 2009: "Un tema affrontato dalla comunità Asperger, che chiede di vedere riconosciuta la propria neurodiversità, come prevede la convenzione Onu sui diritti delle persone disabili".
Cfr. F. Mercuri, Neologismi datati dal 2000 in poi in Z–2016 (M–Z), in "AVSI", vol. I, 2018, p. 254.
Vedi il collegamento esterno
---
AVSI - Archivio per il Vocabolario Storico Italiano - 29/07/2019