nibelungo

s. m. nell'antica mitologia germanica, ciascuno dei componenti di una stirpe demoniaca dei nani, abitatori del sottosuolo e depositari di favolose ricchezze.
1840 [GRADIT 1884]
- Antonio FOGAZZARO, Malombra, 1881, parte II: "Allora gli raccontò che quel signore della Legazione prussiana le aveva consigliato di por dimora a Milano, dove c'era una numerosa colonia tedesca molto ricca e legata alla cittadinanza. Affiderebbero a una buona banca il tesoro dei Nibelunghi, come chiamava la sua eredità". Cfr. Biasci 2012.
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 18/10/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI