nominalizzare

v. tr. trasformare in nome.
1937 [GRADIT 1965]
- C. E. GADDA, Scritti dispersi, 1937, p. 821: "L'inconscio, che governa l'espressione, le denuncia pertanto come fatti non ancora nominalizzati nel nome 'cannonate', ma come obbietti o fenomeni pre-nominali". Cit. dall'edizione delle Opere di Gadda diretta da D. Isella, vol. IV.1, Saggi, giornali, favole e altri scritti, a cura di L. Orlando, C. Martignoni, D. Isella, Milano, Garzanti, 1991.
Cfr. Luigi Matt, Sulle prime attestazioni dei vocaboli nei dizionari, in "Studi linguistici italiani", vol. XXVIII, f. 2, 2002, pp. 272-297.
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 05/09/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI