normolettore

s. m. persona che nella lettura non presenta problemi di dislessia o di capacità visiva.
2005 [Zingarelli17 2006]
- Susi Cazzaniga, Dislessia e trattamento sublessicale: attività di recupero su analisi sillabica, gruppi consonantici e composizione di parole, Trento, Edizioni Erickson, 2005, p. 20: "Questo processo avviene gradualmente e spontaneamente nei normolettori, i bambini dislessici, invece, rimangono ancorati ad un tipo di lettura che si avvale della procedura di conversione grafema-fonema".
Cfr. F. Mercuri, Neologismi datati dal 2000 in poi in Z–2016 (M–Z), in "AVSI", vol. I, 2018, p. 256.
Vedi il collegamento esterno
---
AVSI - Archivio per il Vocabolario Storico Italiano - 30/08/2018