quarantenante

s. m. che si trova in quarantena.
1775 [GRADIT av. 1827]
- Indice delle materie contenute ne' due volumi della raccolta degli editti, pregoni ed altri provvedimenti emanati pel Regno di Sardegna sino all'anno 1774, Cagliari, nella Reale Stamperia, 1775, p. 34: "Saranno a loro carico i rimbarcamenti, o gli abbruciamenti delle merci ordinati dal magistrato di sanità, accadendo, che durante la quarantena morisse qualche quarantenante, qualche direttore del lazzaretto, o qualche facchino ec., come se la quarantena si fosse interamente terminata".
- Domenico Sestini, Viaggio curioso scientifico, antiquario per la Valchia, Transilvania, Ungheria fino a Vienna, 1815, cit. da Luca Clerici (a cura di), Scrittori italiani di viaggio. Volume primo 1700-1861, Milano, Mondadori, 2008, p. 1467: "un chirurgo, o medico è necessario, che abiti in lazzaretto, come i quarantinanti, e non in città".
Cfr. Mario Piotti, Retrodatazioni di viaggio, in "Italiano LinguaDue", vol. V, n. 1, 2013, pp. 207- 242.
Vedi il collegamento esterno
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 06/06/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI