tripolazione

s. f. equipaggio.
1770
- Ilarione da Bergamo, Viaggio al Messico (1770), 1770, cit. da Luca Clerici (a cura di), Scrittori italiani di viaggio. Volume primo 1700-1861, Milano, Mondadori, 2008, p. 1522: "Stava a nostro bordo una tripolazione, o sia da sessantaquattro marinari, alcuni offiziali, cioè capitano, piloto, secondo piloto, guardiano, contromaestro, cappellano, chirurgo ed altri".
- La Civiltà cattolica, a. 33, vol. XII, s. 11, 1882, p. 195: "Spesso è anche avvenuto che parecchi malesi, ricevuti come mozzi a bordo delle navi europee, piombassero improvvisi col loro kriss alla mano sopra la tripolazione, ferendone e uccidendone non pochi, prima che si potesse metter loro le mani addosso".
Cfr. Mario Piotti, Retrodatazioni di viaggio, in "Italiano LinguaDue", vol. V, n. 1, 2013, pp. 207- 242, s.v. si segnala che la parola è ispanismo non registrato dai dizionari.
Vedi il collegamento esterno
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 04/12/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI