utente

s. m. chi fa uso di qualcosa, chi usufruisce di un bene o di un servizio, spec. pubblico.
1794 [GDLI e GRADIT 1811]
- Carlo Amoretti, Viaggio da Milano ai tre laghi Maggiore, di Lugano e di Como, 1794, cit. da Luca Clerici (a cura di), Scrittori italiani di viaggio. Volume primo 1700-1861, Milano, Mondadori, 2008, p. 257: "l'osservatore, che vorrà esaminare, le bocche d'estrazione, vedrà con quale artifizio son fatte, sì per aprirle e chiuderle con chiave a misura dei diritti di ogni utente".
Cfr. Mario Piotti, Retrodatazioni di viaggio, in "Italiano LinguaDue", vol. V, n. 1, 2013, pp. 207- 242.
Vedi il collegamento esterno
---
Scheda di redazione - Firenze, Liceo Machiavelli - 06/06/2018
supervisore Francesca Cialdini - UniFI