wargangus

s. m. (pl. wargangi) (stor.) nel diritto longobardo, straniero che acquistava una limitata capacità giuridica.
1844 [GRADIT 1961]
- Carlo Hegel, Storia della costituzione dei municipi italiani dal dominio romano fino al cadere del secolo XII, trad. it. anonima, Milano-Torino, Guigoni, 1861, p. 261: "L’ultimo paragrafo di questo si riferisce agli stranieri (Wargangi o Gargangi), i quali dall’estero venivano a porsi sotto la protezione del re". Cfr. AVSI, vol. I, 2018, pp. 178-179.
Vedi il collegamento esterno
---
Giacomo Micheletti - UniUPO - 18/06/2019