xantinuria

s. f. (medic.) rara alterazione ereditaria del metabolismo dovuta a carenza dell’enzima xantinossidasi, caratterizzata da una insufficiente produzione di acido urico e dalla presenza di grandi quantità di xantina nelle urine, con frequente formazione di calcoli xantinici.
1954 [GRADIT 1976]
- "La Riforma medica", 1954, p. 1201 (cfr. Google Ricerca Libri, in cui non è indicato il vol.): "La xantinuria può essere facilmente messa in evidenza cromatograficamente".
Cfr. G. Biasci, Storicizzazione dei lemmi XA privi di esempi nel GDLI, in "AVSI", vol. I, 2018, p. 298.
Vedi il collegamento esterno
---
AVSI - Archivio per il Vocabolario Storico Italiano - 15/05/2019